2 maggio 2017

Flash News



Abi: prosegue il calo delle sofferenze

Migliora la dinamica dei prestiti, mentre la raccolta cresce sulla scia dei depositi

Il rapporto mensile Abi evidenzia come a marzo 2017 i prestiti a famiglie e imprese siano risultati in ulteriore crescita su base annua, con un +1,4% a/a rispetto al +1% a/a del mese precedente. I tassi di interesse applicati sui prestiti alla clientela restano su livelli molto bassi, con il tasso medio sul totale dei prestiti al minimo storico del 2,82% (rispetto al 2,85% di febbraio), il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese all’1,56% (1,49% il mese precedente) e il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni al 2,13% (2,16% a febbraio).

Sofferenze del sistema bancario italiano

Sofferenze del sistema bancario italiano

A livello di qualità del credito, a febbraio 2017 le sofferenze nette ammontano a 77 miliardi di euro (il valore più basso da maggio 2014), in forte diminuzione rispetto al dato di dicembre 2016 (86,8 miliardi), mentre il rapporto sofferenze nette su impieghi totali si è ridotto al 4,41% (era il 4,89% a fine 2016).
Infine, per quanto riguarda la raccolta, continua la crescita dei depositi, che a fine marzo 2017 sono aumentati di oltre 54,5 miliardi di euro rispetto a un anno prima (+4,1% a/a), così come la flessione della raccolta a medio e lungo termine, in calo di oltre 46 miliardi in valore assoluto negli ultimi 12 mesi (-12,3% a/a). Complessivamente la raccolta ha registrato comunque un incremento su base annua: +0,5% a/a rispetto al -0,03% di febbraio.

Related posts:

Tagged on:
RSS 2.0