13 giugno 2017

Flash News



Prestiti, domanda in calo ad aprile

Diminuisce soprattutto la componente dei prestiti finalizzati. Ancora in crescita però l’importo medio dei prestiti richiesti

Simone Capecchi, executive director di Crif

Simone Capecchi, executive director di Crif

Ad aprile il Barometro Crif evidenzia unleggero calo delle richieste di prestiti richiesti da parte delle famiglie italiane, con un -3,3% rispetto allo stesso mese del 2016. La performance di aprile 2017 riporta quasi in pareggio la variazione del primo quadrimestre dell’anno a confronto con il corrispondente periodo 2016.
La flessione di aprile è ascrivibile soprattutto alla componente dei prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi (-5,1% a/a) mentre il comparto dei prestiti finalizzati – che negli ultimi 12 mesi ha sempre fatto registrare performance migliori – ha contenuto la variazione negativa (-1,3% a/a).
Intanto però prosegue la crescita dell’importo medio dei prestiti richiesti che, nell’aggregato di prestiti personali più finalizzati, ad aprile 2017 si è portato a 9.071 euro (+4,7% a/a), rimanendo costantemente sopra i 9mila euro da inizio anno.
“Nel mese di aprile sono calate le interrogazioni relative alla richiesta di nuovi prestiti, plausibilmente anche a causa di un calendario caratterizzato dalla presenza di festività e ponti – commenta Simone Capecchi, executive director di Crif – ma rimane alto l’importo medio erogato, in linea con le tendenze che registriamo da inizio anno e speculari con la progressiva ripresa in atto nel nostro Paese. Dopo anni caratterizzati da una forte incertezza e dalla conseguente prudenza da parte delle famiglie, che sovente avevano rinviato gli impegni di spesa più gravosi o non strettamente indispensabili, oggi registriamo condizioni più distese e favorevoli”.

Related posts:

RSS 2.0